\\ Premio Giornalismo Televisivo
Monica Maggioni

Direttrice Tg1

maggioni.png

Monica Maggioni nasce a Milano il 20 maggio del 1964, si laurea alla Cattolica in Lingue e Letterature Straniere Moderne con una tesi sulla Letteratura francese degli anni ‘20. Gli esordi nel mondo del giornalismo avvengono sul finire degli anni Ottanta, quando intraprende una collaborazione con il quotidiano Il Giorno.

 

Nel 1992 vince il concorso per accedere al primo master della Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia, diventando giornalista professionista nel 1995. La sua carriera televisiva comincia nel 1994 quando viene assunta da Euronews, canale televisivo satellitare all news paneuropeo con sede a Lione. Nel 1996 entra in Rai con una collaborazione a Tv7. L’anno successivo passa al Tg1, prima alla redazione Cronaca poi Esteri. Negli anni diventa il volto di numerose trasmissioni, tra cui Tv7, Unomattina per tre stagioni, il telegiornale del mattino e più tardi anche quello delle venti. Si occuperà di diversi approfondimenti come l’edizione domenicale di Speciale Tg1.

La sua è una vita passata dentro la notizia, con la volontà di andare oltre il semplice giornalismo di cronaca esponendosi in prima linea. Era in Sudafrica per le elezioni presidenziali del successore di Nelson Mandela. In Mozambico per documentare la terribile alluvione che ha devastato il Paese. In Israele per raccontare le fasi drammatiche della seconda intifada. Negli Stati Uniti prima per seguire le elezioni presidenziali che hanno visto vincere il candidato Repubblicano, George W. Bush poi per il dopo 11 settembre per assistere da vicino alle fasi di preparazione della guerra contro i terroristi islamisti. È stata l’unica giornalista italiana ad essere aggregata ai Marines durante la seconda Guerra del Golfo. Per tre mesi vive con i militari americani durante l’avanzata di terra dal Kuwait verso la capitale irachena.

Nel maggio 2003 arriva a Baghdad e offre una copertura regolare delle vicende irachene fino a gennaio 2005.

Tornerà in Iraq nel 2007. In questi anni ha continuato a interessarsi di guerre e di crisi in giro per il mondo dalla Birmania, all’Africa, all’Afghanistan dove è tornata nel luglio 2009 con i Marines. Ha viaggiato nell’Uganda del Nord per raccontare le vicende dei bambini soldato vittime di Joseph Kony. Ha seguito le vicende iraniane, quelle siriane; ha incontrato capi di Stato, blogger, pacifisti e terroristi. Nel 2008 si è trasferita negli Stati Uniti, come inviata del Tg1, per raccontare la campagna elettorale che ha portato all’elezione del presidente Barack Obama. Nel frattempo, ha scritto per diverse riviste italiane e internazionali, tra cui Foreign Policy, pubblicando articoli di politica estera. Nel 2013 succede a Corradino Mineo alla direzione della prima testata all news italiana, dopo Rainews 24 nello stesso anno le saranno affidate anche le direzioni di Televideo e del portale web Rainews.it.

Dal 2015 al 2018 ricopre il ruolo di presidente del Consiglio di amministrazione della Rai e nello stesso periodo è anche vicepresidente dell'Unione europea di radiodiffusione. Dal febbraio 2019 al maggio 2020 figura come amministratore delegato di Rai Com. Dal 18 novembre 2021 è direttrice del TG1, divenendo la prima donna a ricoprire tale ruolo all'interno della testata. La Maggioni ha all’attivo due documentari realizzati tra il 2010 e il 2011. Il primo Word54 porta sullo schermo la storia dei soldati americani suicidi al ritorno dalla guerra in Iraq e Afghanistan. In Out of Tehran racconta invece la storia dei giovani intellettuali iraniani in fuga dal regime.

Per Longanesi ha pubblicato due libri: Dentro la Guerra e La fine della verità.