Premio Internazionale

Antoni Cases

Giornalista e consulente editoriale

Antoni Cases, giornalista e consulente editoriale, ha collaborato alla formulazione concettuale, visuale e organizzativa di oltre 200 giornali, radio, televisioni e siti Web di circa 30 paesi in tutto il mondo.

 

In Italia il suo primo incarico è stato con il quotidiano piemontese La Stampa, al quale seguirono collaborazioni con più di quindici altre testate tra cui, tra gli altri, Corriere della Sera, La Gazzetta dello Sport, Il Sole 24 Ore e il Giornale di Brescia.

Cases ha iniziato a lavorare come giornalista in diversi giornali della sua città natale, Barcellona, fino a quando, a partire dal 1992, ha iniziato a collaborare con i media di altre latitudini. Testate giornalistiche di riferimento internazionale come ad esempio La Vanguardia, Daily Mail,

Gazeta Wyborcza. O Globo, Clarín, The Independent o Milenio.

La trasformazione digitale dei media è stata uno degli interessi e degli obiettivi principali dello studio di Antoni negli ultimi anni. I principali media di diversi paesi hanno puntato su di lui per la sua strategia digitale, il design, la tecnologia, le consulenze, la circolazione, gli abbonamenti e la ristrutturazione delle strutture editoriali sempre partendo dal principio dell'importanza del giornale stampato come emblema del marchio e della sua trasformazione. La qualità e la vitalità del giornale cartaceo sono le migliori radici e il miglior fondamento della transizione al digitale.

L'ufficio di Cases non è mai stato un luogo personale, ma ha sempre beneficiato della presenza dei direttori di progetto e dei designer con una loro impronta e personalità ma organizzati in un’opera collettiva che è andata via via sviluppandosi nei suoi uffici di Barcellona, Miami

e Buenos Aires.

MEDIA ITALIANI PROGETTATI (SVILUPPATI) DA ANTONI CASES

 

  •  La Stampa

  •  Ansa.it

  •  Giornale di Sicilia

  •  L’Unità

  •  Corriere della Sera

  •  Il Sole 24 Ore
     

  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon

© 2019 by  Fondazione Biagio Agnes